Come le persone, anche i Brand hanno una propria personalità. O meglio, dovrebbero.

Esserne sprovvisti vuol dire mimetizzarsi sul mercato, rimanere anonimi e non essere riconosciuti da potenziali clienti interessati.

Lavorare sul Tono di Voce della comunicazione è sicuramente una di quelle attività in grado di definire il carattere di un Brand e differenziarsi dalla concorrenza.

Vediamo che cosa vuol dire per un’azienda “Darsi un tono” e come è possibile riuscirci.

Che cos’è il Tono di Voce

Il Tone of Voice (ToV) è la sintesi degli aspetti stilistici, linguistici e semantici che caratterizza la comunicazione di un Brand.

Rappresenta il “come” si dice qualcosa, la forma che si dà ad un’informazione.

È la sottile confezione, più o meno curata, che avvolge tutti i contenuti: dalle brochure aziendali, agli articoli di blog, alle e-mail inviate ai clienti.

Se nella comunicazione orale, la forma viene scandita da elementi verbali (il lessico scelto), paraverbali (timbro, pause etc.) e non verbali (movimenti del corpo e del viso – qui 3 consigli utili sulla comunicazione non verbale), nella comunicazione scritta le parole sono l’unica leva a disposizione sui cui si può lavorare per modulare il proprio Tone of Voice.

Per questo motivo, la scelta dei termini più adeguati e dello stile dei testi è l’attività su cui ogni Brand dovrebbe focalizzarsi.

Perché il Tone of Voice

Per un Brand, possedere un ToV distinguibile non è un vezzo facoltativo, bensì una necessità a cui oggi non è più possibile sottrarsi: i vantaggi sono diventati determinanti per la sopravvivenza nel medio-lungo termine.

Innanzitutto, è uno degli elementi che più incide sulla attività di Brand Positioning. Un posizionamento di marca forte non dipende solo da una UVP efficace (leggi l’articolo “Come creare una Unique Value Proposition efficace” per approfondire questo argomento), ma anche e soprattutto dalla personalità che vien fuori dal modo in cui si comunica.

Prendi un Marchio come Nike. Il suo Tono di Voce diretto e intenso, basato su un lessico prettamente ispirazionale, è in grado di far arrivare al pubblico la propria identità.

Il ToV, poi, è uno degli strumenti più efficaci nella creazione di una relazione con il pubblico. Tutti sono in grado di vendere un prodotto, ma pochi sono all’altezza di fidelizzare un cliente, convincerlo ad acquistare di nuovo e ripetutamente nel tempo, e infine trasformarlo in un Fan, ambasciatore del Brand.

Lavorando proprio sul Tone of Voice, un’azienda o un professionista può instaurare un legame forte e duraturo con le persone e quindi creare un gruppo di clienti fedeli e soddisfatti.

Come “Darsi un tono”

Il Tono di Voce di un Brand inizia a prendere forma durante le prime fasi di una strategia di marketing.

È infatti nell’analisi del target, nello studio degli obiettivi e nella definizione dei valori che lo stile di comunicazione di un’azienda viene a galla.

Solo così le parole rispecchiano la cultura aziendale, sono vicine al lessico del pubblico e si trasformano in un marchio distintivo che divulga la personalità del Brand.

Una volta definito, il ToV si rafforza nel tempo attraverso tutti i canali di comunicazione attivati: e-mail, sito web, social media etc.

Per approfondire quali sono le varie tipologie di Tone of Voice che un Brand può scegliere e utilizzare, partecipa al corso Copywriting & Blogging. Ti aspettiamo!